mercoledì 14 dicembre 2011

leggete l’anteprima di Fieno & Carote su GOOGLE BOOKS

Copertina anteriore
Edizioni REI, 26/nov/2011
Clarissa viene trascinata dall’amica Noemi a una festa in un bell’allevamento di cavalli Quarter Horse dove attirerà le attenzioni di Antonio, l’affascinante e ricco proprietario della struttura. Deciderà di assecondare le sue avances solo per poter rivedere Edera, una cavalla ormai avanti con l’età e addirittura zoppa, ma bella come una puledra. Durante una fiera equestre conoscerà Dante, un maniscalco, che la supporterà nella sua folle decisione di salvare Edera da un triste destino. Inizierà una forte amicizia, condita dalla stessa passione per gli animali e da un futuro progetto da sviluppare in comune.

CHI VUOLE LASCIARE UNA RECENSIONE MI FA UN ENORME PIACERE…GRAZIE!
CHI DESIDERA UNA COPIA PUO’ SCRIVERMI A catastinisamanta@yahoo.it AL COSTO DI 9.00 EURO SPESE DI SPEDIZIONE INCLUSE DI CUI UN EURO VA IN DONAZIONE ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE ANIMAEQUINA: 

sabato 10 dicembre 2011

AMORE IN FUGA...disponibile in tre giorni a casa vostra.....


Prezzo di vendita 11,00
Prezzo di copertina: 12 €
Narrativa
1a edizione 6/2011
Formato 15x23 - Copertina Morbida - bianco e nero
80 pagine
DISPONIBILE IN TRE GIORNI LAVORATIVI SU www.ilmiolibro.kataweb.it
 
Presentazione

Juana è sposata da tempo con il marchese Ramos, ma il suo cuore si è fermato diciasette anni prima, quando Teodoro l'ha abbandonata senza una spiegazione. Un giorno racconta la sua storia d'amore ad Alma, sua figlia, per cercare di convincerla a non sposare il conte Romero, come pianificato a tavolino dal padre di Alma. Per uno strano caso del destino, la ragazza conosce il bel Xavier Rivera, commerciante di cavalli andalusi, e se ne innamora perdutamente... Acquistando il romanzo donerete 50 centesimi all'associazione IHP per la tutela degli equini  
 
UN PIACEVOLE REGALO DI NATALE.....
 

mercoledì 7 dicembre 2011

SEGNALAZIONE EBOOK "FIENO E CAROTE" sul blog Due di Cuori

mercoledì 30 novembre 2011


Fieno e Carote




Esce in questi giorni l'e-book della scrittrice Samanta Catastini che si intitola "Fieno e Carote" edito dalle Edizioni R. E. I.

La trama:

Clarissa viene trascinata dall’amica Noemi a una festa in un bell’allevamento di cavalli Quarter Horse dove attirerà le attenzioni di Antonio, l’affascinante e ricco proprietario della struttura. Deciderà di assecondare le sue avances solo per poter rivedere Edera, una cavalla ormai avanti con l’età e addirittura zoppa, ma bella come una puledra. Durante una fiera equestre conoscerà Dante, un maniscalco, che la supporterà nella sua folle decisione di salvare Edera da un triste destino. Inizierà una forte amicizia, condita dalla stessa passione per gli animali e da un futuro progetto da sviluppare in comune.

In dettaglio:

TITOLO: Fieno e carote
AUTORE: Samanta Catastini
FORMATO: e-book

PER ACQUISTARLO:http://www.ultimabooks.it/fieno-e-carote

per leggerlo in originale: http://terrysfantasy.blogspot.com/2011/11/fieno-e-carote.html 

giovedì 1 dicembre 2011

RECENSIONE di Irene Pecikar a FIENO E CAROTE su Sololibri


È strano come la vita possa avere varie sfumature, complessi punti di vista che possono piegare la realtà e darle un senso diverso. Sarebbe facile vivere e non far caso a tutto ciò che ci circonda. Forse a volte la frenetica vita quotidiana ci assorbe lasciando metterci a fuoco solo i nostri bisogni immediati e trascurando il resto. Un resto scomodo che è meglio continuare a trascurare per codardia o indifferenza. Noi esseri umani siamo la razza animale eletta. Gli altri animali? Cibo, forza lavoro, pellicce, sperimentazione, schiavi. Sempre e comunque al servizio di noi umani. E quando non sono più utili si riciclano o eliminano. Ma se per un’ironia della sorte, o meglio, un assurdo incubo, fossimo al loro posto? Ve lo siete mai chiesto? Cosa pensano e provano gli animali, come ci vedono?
"Fieno e carote" (REI, 2011) ci propone l’incontro con una realtà che non è regola, con persone e modi di vedere la vita e gli animali che va controcorrente. Ancora una volta, la penna sensibile di Samanta Catastini intesse una storia che affronta tematiche legate al mondo animale. Vi siete mai chiesti che fine fanno i cavalli da corsa? O quelli che non possono più svolgere il loro lavoro o le giumente che non sono più in grado di procreare? Spesso le troverete nel banco frigo di qualche macelleria o supermercato. Questo il "Grazie!" che noi umani riserviamo a chi ci ha dato amore gratuito e soddisfazione per anni? No, non è sempre così. Ci sono degli uomini e delle donne che trattano i cavalli con rispetto e amore, sono disposti a ogni sacrificio per salvarli e regalargli una vita serena. E di questi eroi si racconta in questo libro.
Dante e Clarissa, i due protagonisti, scopriranno poco per volta che la loro vita scorre sullo stesso binario di intenti. E chissà che ideale e amore non si intreccino indissolubilmente. Una trama che vi emozionerà e che vi farà conoscere un po’ di più il mondo equino, improntato spesso sui guadagni, i trofei, la gloria… ma non sempre deve avere un aspetto negativo. Soprattutto se insieme agli angeli che proteggono i cavalli se ne affiancheranno degli altri e se tutti noi che abbiamo a cuore gli animali, che crediamo nel loro sentimento, nella loro sofferenza, non continueremo a rimanere indifferenti di fronte al loro spesso triste destino. Ora iniziate a leggere e vi fermerete solo quando sarete giunti alla fine.
La Catastini dimostra dimestichezza con questi argomenti e riesce a toccare le corde del lettore più sensibile e attento ai bisogni di chi non ha voce. La lettura è veloce e scorrevole, come sempre, e colma di sentimento.

PER LEGGERE IN ORIGINALE: http://www.sololibri.net/Fieno-e-Carote-di-Samanta.html

martedì 29 novembre 2011

il mio nuovo romanzo già disponibile in ebook FIENO E CAROTE, ed. REI

FIENO E CAROTE
Clarissa viene trascinata dall’amica Noemi a una festa in un bell’allevamento di cavalli Quarter Horse dove attirerà le attenzioni di Antonio, l’affascinante e ricco proprietario della struttura. Deciderà di assecondare le sue avances solo per poter rivedere Edera, una cavalla ormai avanti con l’età e addirittura zoppa, ma bella come una puledra. Durante una fiera equestre conoscerà Dante, un maniscalco, che la supporterà nella sua folle decisione di salvare Edera da un triste destino. Inizierà una forte amicizia, condita dalla stessa passione per gli animali e da un futuro progetto da sviluppare in comune.
“Ci sono degli uomini e delle donne che trattano i cavalli con rispetto e amore, sono disposti a ogni sacrificio per salvarli e regalargli una vita serena. E di questi eroi si racconta in questo libro.”
(Irene Pecikar, scrittrice)
Samanta Catastini, traduttrice freelance, scrive e collabora con alcune riviste femminili. Autrice di romanzi rosa storici e contemporanei ma soprattutto animalisti. Dà libero sfogo al suo amore per i cavalli nella sua associazione AnimaEquina, in cui, insieme ai suoi soci cerca di dare una seconda opportunità di vita a equini a fine carriera agonistica o solo troppo anziani da diventare un peso per i loro padroni. www.animaequina.it

PER ACQUISTARLO IN FORMATO EBOOK: http://www.ultimabooks.it/fieno-e-carote

lunedì 21 novembre 2011

martedì 11 ottobre 2011

revisione testi presso CASA EDITRICE REI

Traduttrice freelance (spagnolo, francese, portoghese e inglese) e scrittrice di romanzi rosa storici e contemporanei.
Scrive racconti per la rivista Vera e collabora con vari blog di recensioni.
Legge una media di dieci libri il mese ed è un'accanita studiosa della figura di Maria Antonietta sin dalla più tenera età.
Svolge ricerche sulla Francia del '700 e su qualsiasi periodo che risulti antico.
Effettua traduzioni per una rivista letteraria on line, con molti progetti in testa e... poco tempo per realizzarli.
Vive in Toscana, in aperta campagna e adora gli animali: possiede 2 cavalli, 7 gatti, un cane, un acquario e un meraviglioso coniglietto! Oltre ad accudire una colonia di felini ogni benedetto giorno dell'anno....


BLOG A CUI COLLABORA COME RECENSORE:  
www.libreriarosaitaliana.wordpress.com   
www.blog.libero.it/Bookpreview

LINK EDIZIONI REIhttp://www.edizionirei.com/products/samanta-catastini-revisione-testi/

(immagine tratta da Deviantart) 



venerdì 7 ottobre 2011

UN OSPITE A VERSAILLES tra i cento romanzi rosa più venduti in Italia su Aamzon.com

Questa mattina era alla posizione 28, oggi sono alla 46, in ogni caso mai avrei creduto di trovare questo romanzo tra i 100 più venduti in Italia....E' in fila tra le grandi scrittrici e io mi sento svenire solo all'idea di averlo composto ben tre anni fa....UN PICCOLO E FUGACE MOMENTO DI GLORIA! un bel traguardo per un ipod, ossia un libro auto-pubblicato!!!




  • Brossura: 72 pagine
  • Editore: lulu.com (27 settembre 2010)
  • ISBN-10: 1445226375
  • ISBN-13: 978-1445226378
  • Peso di spedizione: 150 g
  • Media recensioni: Recensisci per primo questo articolo
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 4.193 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
LINK: http://www.amazon.it/OSPITE-VERSAILLES-SAMANTA-CATASTINI/dp/1445226375/ref=zg_bs_508775031_46








mercoledì 7 settembre 2011

INTERVISTA SU "UNA PASSIONE E OLTRE" FATTAMI DA MARIANGELA CAMOCARDI

TRA COLORO CHE LASCERANNO UN COMMENTO, VERRA' SORTEGGIATA UNA PERSONA CHE RICEVERA'  UNA COPIA DEL LIBRO UN RAID DRITTO AL CUORE MESSO A DISPOSIZIONE DALL'AUTRICE. Scad.30/9/2011
Samanta Catastini è una di quelle persone realmente capaci di aprire il cuore a chiunque, si tratti di colleghe, di gente comune o dei suoi amati  amici animali,  che difende e tutela a spada tratta con encomiabile spirito di dedizione, coraggio e pari generosità.  Ma Samanta non si occupa solo di questo: è una brava autrice e traduttrice, perché parla diverse lingue oltre all’italiano, collabora come redattrice nella rivista Romance Magazine e fa molte altre cose ancora. Scrive anche romanzi a sfondo storico, dei quali ho letto La giusta felicità. Di recente ha pubblicato Un raid dritto al cuore e da questa bella vetrina che è Una passione e oltre io le porgo il  mio personale e affettuoso “in bocca al lupo, Samanta!” C’è solo un’ultima cosa che vorrei dire: quando si incontrano nella vita amiche speciali come lei, non lasciatevele scappare.      
1)Ciao Samanta, vuoi presentarti alle amiche del blog Una passione e oltre?Ciao a tutte e grazie a Mariangela per aver perso del tempo con me e a Marianna per avermi dato questo spazio. Sono una scrittrice emergente ( e lo rimarrò a vita!) e una traduttrice freelance, collaboro con una rivista femminile a tiratura nazionale componendo racconti di vita ordinaria. La mia vita è però completamente assorbita dagli animali e da poco sono vicepresidente di un’associazione che si occupa di tutela equina.
2) Per come ti conosco, direi che l'aggettivo molto ti rappresenta perfettamente. Tu scrivi molto, traduci molto, ti occupi molto delle creature del mondo animale che adori, e chissà quanti altri molto ci sono nella tua vita che io ignoro.  Come riesci a stare dietro a tutto questo?Non lo so come faccio, ma lo faccio. E’ la mia vita, non riesco a immaginarmi ferma! Sono in continuo movimento e non solo fisico ma anche mentale….
3) Samanta, ci vuoi parlare del tuo recente romanzo "Un raid dritto al cuore?" E’ un romanzo sulla vivisezione e su quei ragazzi che ogni notte indossano un passamontagna per liberare animali da laboratorio. Non è crudo quanto dovrebbe esserlo, ma cerca di stimolare la curiosità del lettore verso un argomento troppo attuale e dannatamente nascosto.
4) Come funziona per te l'ispirazione?L’ispirazione? Bella domanda! Non ne ho idea, so solo che quando porto a spasso il mio cane o porto a cavezza la mia cavalla, la mia mente viaggia e immagina nuove storie…Il problema è poi ricordarle quando sono seduta davanti il pc.

5) Se avessi la possibilità di vedere esaudito un tuo grande desiderio, cosa chiederesti? Puo’ sembrare assurdo ma sapere che i cavalli non saranno più destinati al macello è il sogno della mia vita!
6)Quali sono i tuoi autori/autrici preferiti?Assolutamente Jane Austen, Paola Calvetti, Annalisa Molteni, Roberta Ciuffi, Miriam Formenti e Mariangela Camocardi….e come dimenticare Shakespeare e Dante Alighieri?

7)Qual è in assoluto il complimento che ti fa più piacere? Quello che per molti è quasi considerata una debolezza, ossia essere sensibile…
8)L'ultimo libro che hai letto?“Falsa staffa” di Annalisa Molteni, ed. Equitare
9) Cosa stai scrivendo in questo momento?“Fieno & Carote” , un romanzo che racconterà la storia di una cavalla salvata dal macello…

10) C'è qualcosa che vorresti dire alle lettrici?Date fiducia agli emergenti…Ho letto libri di scrittrici alle prime armi che non avevano niente da invidiare alle grandi! A volte a fare la differenza è solo la fortuna o un bravo agente…. 

SE LASCIATE UN COMMENTO ENTRO IL 30/09 POTRESTE VINCERE UNA COPIA DEL ROMANZO, CLIKKATE QUA:

lunedì 5 settembre 2011

nuova recensione a PROFUMO DI LAVANDA

Diana ed Ettore sono sposati da qualche anno e lavorano entrambi nella caotica città di Firenze. Le ristrettezze economiche e la vita stressante che conducono non permettono loro di fare viaggi e di concedersi un moomento di pausa perchè a fine mese incombe sempre il mutuo da pagare. Ma Diana ha un sogno che coltiva sin dalla sua più tenera età: andare a vivere in Provenza. Suo marito le darà della pazza e le remerà contro. Ormai rassegnata a quell’esistenza monotona non trova le parole quando è proprio Ettore a rivelarle di aver contattato un’agenzia immobiliare per acquistare una piccola villetta in Francia. La sua felicità non ha limiti e crede di sognare ad occhi aperti. Perchè un improvviso cambio di rotta del marito? Perchè tanta fretta di lasciare l’Italia?
Commento
Profumo di lavanda è il primo racconto di genere contemporaneo che leggo di Samanta Catastini, ambientato in due luoghi cari all'autrice, la Toscana, in quanto sua terra d'origine e la Provenza, menzionata spesso nelle sue altre opere. In profumo di lavanda le ambientazioni superano la semplice location per diventare metafora di luoghi interiori, di aspirazioni e sogni che si frappongono a una realtà non sempre soddisfacente. Firenze diventa la città caotica dalla quale Diana vuole allontanarsi per una più vivibile Provenza, in realtà Diana non è felice della sua vita al di là del luogo, poiché tutto è scontato e insostenibile, il suo lavoro, il menage quotidiano che conduce con Ettore, nonostante l'amore che li sosterrà nelle avversità. Diana sogna la Provenza, la immagina in tinta violetta come i campi fioriti di lavanda, con un villetta in stile e con spazi enormi nei quali anche i suoi mici possano scoprire la libertà. Il suo sogno sembra avverarsi quando Ettore decide di lasciare tutto e trasferirsi lì. Diana è felice ma un cruccio si fa strada tra i suoi pensieri, che cosa può avere spinto il marito verso un progetto di vita che fino a poco tempo fa aveva considerato come infantilismo della moglie?
La Catastini attraverso questo racconto ci fa conoscere un posto delizioso come la Provenza, arricchendo la narrazione con illustrazioni dei luoghi e delle prelibatezze citati, narra inoltre una vicenda delicata sulle difficoltà che una coppia può attraversare se qualcosa di terribile e inaspettato si frappone al corso della propria esistenza mettendo in secondo piano tutto ciò che fino al giorno prima si era considerato causa di infelicità. Lancia un messaggio di speranza quando afferma che l'amore, la solidarietà e la complicità possono essere un fattore di crescita personale e di superamento delle avversità.


DAL BLOG DI SILVIA SCIBILA: http://silylu.splinder.com/post/25517482/profumo-di-lavanda

venerdì 15 luglio 2011

domenica 10 luglio 2011

Pubblicità di UN RAID DRITTO AL CUORE su VERA numero 27

AL LATO DESTRO, NEL TRAFILETTO AZZURRO E’ STATA INSERITA LA PUBBLICITA’ DI “UN RAID DRITTO AL CUORE”, RINGRAZIO DI CUORE LA REDAZIONE DEL SETTIMANALE CON IL QUALE COLLABORO COME SCRITTRICE…
SAMANTA

lunedì 27 giugno 2011

UN RAID DRITTO AL CUORE, ed. Sangel

Si può rischiare la propria vita per salvare animali da laboratorio, o destinati al macello? Elettra se lo è chiesto molte volte durante la sua vita, senza mai avere dubbi sulla risposta: decisamente affermativa!
Quando scopre che Duccio, il suo fidanzato, è un attivista impegnato in questa lotta impari, non ci pensa neppure un attimo a seguirlo. Vedrà la dura realtà e dovrà combattere con se stessa per non svenire ogni volta che guarda quegli occhi indifesi, maltrattati, sfiniti da inutili esperimenti.
Un romanzo che si presenta come una favola rispetto a quello che accade a nostra insaputa ogni giorno sulla pelle di questi poveri animali destinati a morire nelle più atroci sofferenze.
Un assaggio per indurre alla curiosità il lettore…

CON L’ACQUISTO DI QUESTO ROMANZO DONERETE 50 CENTESIMI ALLA SCUDERIA UNICORNO:
http://www.scuderiaunicorno.org/ 

PER ACQUISTARLO:

http://eshop.sangeledizioni.com/pages/detail_pro.php?idp=79 

SEGNALAZIONI SU BLOG:
Samanta Catastini parla di sè…
Sono traduttrice freelance (spagnolo, francese, portoghese e inglese) e scrittrice per riviste femminili a tiratura nazionale. La mia vera anima però è quella animalista, estremamente dedita alla cura e alla possibile salvezza di qualsiasi animale. Ho sette gatti, un coniglio, due cavalli, un cane, un acquario, una colonia di felini da accudire e circa una decina di altri gatti randagi che ogni notte vengono alla mia porta per sfamarsi. Non sopporto i sopprusi e lo sfruttamento degli animali, esseri indifesi e superiori a noi uomini per la loro purezza d’animo. Combatto nel mio piccolo l’orrida inutilità della vivisezione… Sono volontaria della Scuderia Unicorno, dove cerchiamo di dare una seconda vita a cavalli che spesso non hanno assaporato neppure la prima…
 
Entusiasta di promuovere questo interessante e significativo libro di SamantaCatastini,
volontaria,traduttrice e scrittrice freelance.
Samanta è una fantastica toscana amante deglia nimali che vive nelle nostre bellisime campagne assieme
ai suoi 2 cavalli, 7 gatti , un cane, un acquario e un meraviglioso coniglietto!
Oltre ad accudire una colonia di felini ogni benedetto giorno dell’anno…
 
IL BLOG DEL LIBRO DOVE TROVERETE AGGIORNAMENTI SULLA LIBERAZIONE ANIMALE, ASSOCIAZIONI CHE SALVANO ANIMALI DI OGNI SPECIE,  I FILM SULL’ARGOMENTO, I LIBRI E I PERSONAGGI PIU’ FAMOSI CHE SI BATTONO PER QUESTO…:
 
 
  

venerdì 17 giugno 2011

AMORE IN FUGA ed. ilmiolibro

TRAMA:
Juana è sposata da tempo con il marchese Ramos, ma il suo cuore si è fermato diciasette anni prima, quando Teodoro l'ha abbandonata senza una spiegazione. Un giorno racconta la sua storia d'amore ad Alma, sua figlia, per cercare di convincerla a non sposare il conte Romero, come pianificato a tavolino dal padre di Alma. Per uno strano caso del destino, la ragazza conosce il bel Xavier Rivera, commerciante di cavalli andalusi, e se ne innamora perdutamente... 


Acquistando il romanzo donerete 50 centesimi all'associazione IHP per la tutela degli equini  
http://www.horseprotection.it/ 

PER ACQUISTARLO:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=616994 

giovedì 21 aprile 2011

LIBRERIA ROSA ITALIANA

Su http://libreriarosaitaliana.wordpress.com/ io e Cristina Contilli (Scrittrice) pubblichiamo uscite, recensioni, commenti e booktrailer di romanzi rosa storici e contemporanei. Spesso trattiamo scrittrici emergenti italiane, ma spaziamo anche u quelle già famose nostrali e internazionali. L'importante è aggiornare i nostri lettori con post veloci e di facile lettura....un aiuto e un consiglio di acquisto!

(immagine tratta da Deviantart, autore Zvaella)

giovedì 14 aprile 2011

IL BANDITO MISTERIOSO Ed. Lulu.com

TRAMA

IL BANDITO MISTERIOSO Diane du Motier sogna da tempo di visitare il castello di Chambord e quando riesce a raggiungerlo durante il tragitto si imbatte in un misterioso bandito. El Negro è il nome che il popolo gli ha conferito per il colore scuro con cui si veste e per il fatto che parla spagnolo con un accento francese. La ragazza farà di tutto per incontrarlo di nuovo anche mettere a repentaglio la sua stessa vita. Quell’incontro le cambierà l’esistenza e le aprirà gli occhi sulle tristi condizioni di vita dei poveri contadini. Durante le feste a castello conoscerà il conte Boileau pronto a sposarla mentre entrerà in aperto conflitto con monsieur Mercier, un aristocratico pieno di sé. Ma non tutto è quello che sembra.... -------------------------------------------------- CON L'ACQUISTO O IL DOWNLOAD DI QUESTO ROMANZO DONATE 50 CENTESIMI ALL'ASSOCIAZIONE IHP PER LA CURA E LA SALVEZZA DI TUTTI GLI EQUINI MALTRATTATI http://www.horseprotection.it/ GRAZIE!

PER ACQUISTARLO O SCARICARLO A POCHI EURO:

http://www.lulu.com/product/a-copertina-morbida/il-bandito-misterioso/12665405 

COMMENTI SU ANOBII.COM:

I romanzi di Samanta sono sempre belli... un puro momento di evasione, un momento per sognare!  (Pippicalzelunghe)

Trama
Diane du Motier sogna da tempo di visitare il castello di Chambord e quando riesce a raggiungerlo durante il tragitto si imbatte in un misterioso bandito. El Negro è il nome che il popolo gli ha conferito per il colore scuro con cui si veste e per il fatto che parla spagnolo con un accento francese. La ragazza farà di tutto per incontrarlo di nuovo anche mettere a repentaglio la sua stessa vita. Quell’incontro le cambierà l’esistenza e le aprirà gli occhi sulle tristi condizioni di vita dei poveri contadini. Durante le feste a castello conoscerà il conte Boileau pronto a sposarla mentre entrerà in aperto conflitto con monsieur Mercier, un aristocratico pieno di sé. Ma non tutto è quello che sembra…
Recensione
Samanta Catastini ritorna con una bella storia ambientata nella Francia del Re Sole. Questa volta l’ambientazione non è Versailles, ma uno dei più bei castelli della Loira, il castello di Chambord, il quale deve la sua magnificenza alla genialità di Leonardo da Vinci. I protagonisti del romanzo sono Diane e Charles, due aristocratici fuori dagli schemi ai quali siamo soliti incasellare i nobili di corte. I due protagonisti, oltre a essere refrattari a lasciarsi abbindolare dalla vacuità della corte, considerano quasi una missione la difesa dei diritti dei contadini, ai quali venivano bruciate le case se non pagavano le tasse. Il bel conte, pronto a vestire i panni di El Nigro per salvare i poveri, mostra nei confronti della marchesa un’immaturità sentimentale che lo porta lontano da lei. Per fortuna ci sono i parenti che riescono a dare sempre un buon consiglio e il colpo di scena che riporta il tutto nei giusti binari.(Silvia Scibila)


...sempre una bellissima favola per ragazze cresciute...
Con le letture di Samilla il sogno continua.....(Madrenatura)

Davvero una buona lettura :) come del resto tutti i libri di questa autrice :D dove regala emozioni forti, che siano belle o brutte, ma riesce a coinvolgerti all'interno della narrazione in un modo semplice ma d'impatto :)  (Ary89-romanceenon solo)



La romantica storia tra i due protagonisti mi ha fatto sognare ad occhi aperti...mi sembrava di camminare con loro tra le immense sale del castello di Chambord, sentendo il fruscio degli abiti strusciare sul pavimento...
Se posso dare un piccolo consiglio all' autrice...la storia scorre bene, veloce, forse fin troppo!
Magari sospendere un po' la narrazione per approfondire la caratterizzazione dei personaggi dando qualche informazione in più, per esempio sul loro passato, sulla loro psicologia; insieme a qualche altro passaggio descrittivo in più avrebbe, secondo me, sia permesso di comprendere e amare ancora di più i personaggi, sia avrebbe fatto aumentare nel lettore quella piacevole attesa che ti tiene incollata alle pagine per sapere come si conclude la storia.(Tabatha)

Questo romanzo seppur breve fa davvero sognare!
Al tempo di Luigi XIV, c'è un solo uomo in grado di portare giustizia tra i poveri ed è il bandito El Negro, che mi ricorda inevitabilmente il mio eroe da sempre: Zorro.
Ma riuscirà questo indomito e impavido uomo a conquistare la donna che ama?
Se siete romantiche e adorate i racconti di cappa e spada allora questa storia fa per voi!
Grazie Samanta perché hai riportato su carta l'uomo/eroe che ho sempre sognato da quando avevo 6 anni, quindi mi è particolarmente caro.
Di tutti i romanzi di Samanta questo per me è di gran lunga il migliore!
P.s. bellissima anche la copertina (Sheila)

Anche questo libro mi ha accompagnato in due giorni da dimenticare....grazie Samilla!!!
Non sai quanto bene mi ha fatto leggerlo in questo periodo...
E' riuscito a farmi estraniare e farmi sognare per il tempo di lettura....grazie, grazie mille!!!!(DEmon Black)

la Catastini è capace di far rivivere dame e aitanti cavalieri che affollano castelli da favola. Così tra un Proust e un Musil ci dà modo di rilassare le meningi. Ci sovviene di quando eravamo bambine e si sognava di indossare vestiti da principesse e di incontrare quel famoso giovanotto dall'occhio ceruleo come l'abito.(Cricri)

Cosa succede quando un bandito mascherato che lotta per difendere i più deboli incontra una giovane marchesa anticonformista?
E se la giovane in questione ignora che il bandito che le ha rubato il cuore è in realtà un aristocratico per cui prova solo una spiccata antipatia?
Ce lo racconta Samanta Catastini in questo godibilissimo romanzo ambientato nella Francia del re sole.
Consigliato a chi ama le storie come quella di "Zorro" o "Il tulipano nero".  (Luna 70)


giovedì 7 aprile 2011

INTERVISTA "PARTICOLARE" SUL BLOG DI SILVIA SCIBILA

RINGRAZIO LA SCRITTRICE SILVIA SCIBILA (BRAVISSIMA....) CHE MI HA FATTO UN'INTERVISTA DAVVERO PARTICOLARE DOVE A PARLARE SONO I PROTAGONISTI DEI MIEI ROMANZI:

DAL SUO BLOG:

me&wimpy
Samanta Catastini, pisana per nascita, vive nei pressi di Firenze. Samanta è ufficialmente una traduttrice freelance di portoghese, spagnolo, francese e inglese. Tuttavia definirla solo traduttrice è riduttivo perché Samanta è anche una prolifica scrittrice di romanzi sentimentali storici,  contemporanei e di racconti.
L’ambientazione storica preferita dalla nostra autrice è il Regency inglese e francese, nonostante diversi suoi romanzi siano ambientati in Portogallo. Leggere un historical romance della Catastini non è solo leggere una storia d’evasione di trine e parrucche, è un continuo immergersi negli usi e costumi di uomini e donne molto lontani dal nostro modo di vedere la vita e i sentimenti. Leggendo tra le righe, infatti, emergono regole sociali che creavano divari insormontabili tra nobili e borghesi, imposizioni che rendevano le donne poco più che merci di scambio con cui concludere affari lucrosi. Vi è nelle opere della Catastini un’attenzione particolare per i vestiti, gli accessori e gli arredi, descrizioni dettagliate degli splendidi palazzi nei quali gli eletti della storia vivevano e che smentiscono chi continua ad etichettare i romance come letteratura di serie b, dimenticando volutamente che dietro alla stesura di queste opere ci sono anni di ricerche.
Un’opera che ritengo originale e ben fatta sono le lettere di Maria Antonietta, pubblicate nel blog
samilla.blogspot.com, ultimamente integrate dalle risposte del conte Fersen “immaginato” dall’abile penna di Barbara Risoli. Le lettere di Maria Antonietta oltre a essere scritte con un linguaggio appropriato all’epoca, ci mostrano una Maria Antonietta ben diversa dall’immagine superficiale che la storia, forse per giustificare i suoi crimini, ci ha tramandato. La Maria Antonietta di Catastini è una donna sola, alla quale la vita ha negato la possibilità di vivere le proprie emozioni in libertà. Ogni lettera è ricca di passione e umanità e acuisce nel lettore il desiderio di conoscere i suoi pensieri. La stessa passione si può incontrare nei racconti che periodicamente la scrittrice pubblica in diversi magazine femminili italiani. La brevità infatti è la virtù e allo stesso tempo il limite della Catastini poiché, se riesce a condensare l’efficacia stilistica in mini storie, i romanzi un po’ più lunghi che richiederebbero una maggiore introspezione dei personaggi vengono mortificati dall’esplicarsi della storia. La stessa autrice giustifica la scelta della brevità delle storie nella voglia di creare nuovi personaggi e ambientazioni. La Catastini in tal modo finisce per essere come una farfalla che svolazza da un fiore all’altro senza però cogliere la vera essenza di ciascuno. Un’altra caratteristica comune che si riscontra nei suoi libri è la totale abiura dell’uomo alfa. Mentre nei soliti romanzi siamo in presenza di uomini forti, a volte anche brutali, i personaggi maschili sono spesso uomini pieni di dubbi, che all’uomo che non deve chiedere mai sostituiscono un animo sensibile, magari anche avverso alle ingiustizie e insofferente alle imposizioni di corte. Spesso i protagonisti sono produttori di vini o allevatori di cavalli. Questi ultimi sono la seconda passione di Samanta Catastini, impegnata attivamente nella tutela degli animali, tanto che acquistando i suoi libri si aiuta la IHP (italian horse protection association). Attraverso la pagina facebook di Samanta mi sono resa conto di quanti crimini vengono giornalmente messi in atto contro gli animali, a partire dalle creme che paghiamo fior di quattrini, testate su povere bestiole che subiscono torture inimmaginabili.
Entriamo adesso nel mondo di Samilla attraverso un piccolo gioco nel quale ho coinvolto l’autrice. Dopo averla “accusata” di non approfondire i suoi personaggi, le do la possibilità di redimersi dando a essi stessi la parola.
I personaggi che intervisterò sono: Amèlie e Pierre di Una sarta a corte e Diane e Charles di Il bandito misterioso
Una sarta a corte
Amèlie è una geniale sarta parigina che chiamata a corte come sarta personale della cortigiana di Luigi XV, madame de Pompadour, conosce il conte Pierre Lavois, il quale rimane piacevolmente colpito dalla bella Amèlie. La ragazza tuttavia pensa più a lavorare che alle avances del nobile…
Un caloroso benvenuto ad Amèlie.
1)Amèlie, qual è la condizione di una sarta di corte?
Io sono una sarta fortunata. Mi spiego meglio, la mia posizione è quasi alla pari di una ragazza nobile grazie al volere di madame de Pompadour. Una donna forte e decisa che mi ha voluta a corte e si assicura che io possa goderne ogni beneficio, senza eccedere si intende.
2)Come ci si sente a realizzare modelli di grande pregio e originalità e a non poterli indossare?
Sono una popolana e come tale non posso ambire a tanto. Ho evitato una vita di stenti grazie alle mie mani e  non ho mai pensato di poter indossare gli abiti che prima disegno e poi cucio. A volte sogno di poterlo fare, ma sempre tenendo i piedi per terra. La mia vita è ben altra cosa…
3)Qualsiasi altra ragazza sarebbe stata al settimo cielo per le attenzioni di un bel conte come Pierre? Qual è la ragione del rifiuto della sua corte?
Quell’uomo mi ha subito rubato il cuore, senza alimentare i miei sogni. La vita passata mi ha insegnato a non sperare senza ragione. E con il conte non credo di poter avere un futuro; io vengo dal basso, lui è abituato a stare in alto!
4)Pensi che le donne della tua classe sociale siano più avvantaggiate nella scelta del compagno rispetto a una nobile? E quali sono le priorità che spingono a tale scelta?
Credo di si. Nelle classi basse ci sposiamo per amore o, almeno, per un sentimento simile, ma mai per godere di un aumento economico. Non abbiamo doti da donare né benefici da guadagnare. L’usanza nobile di stabilire matrimoni a tavolino mi ripugna e, in questo caso, sono orgogliosa dei miei umili natali.
5)Presto ci saranno le nozze reali inglesi tra il principe William e Kate. Se dovessi essere tu a realizzare l’abito da sposa come lo faresti?
Kate è una ragazza molto bella e dotata di un portamento che rende unico qualsiasi abito che indossi. Studierei un vestito in seta turchese con ricami argentati nella scollatura e nello strascico. Adornerei i lunghi capelli con semplici fiorellini in tinta e stringerei la sua già sottile vita con una cintura in pizzo bianco. Rifinirei il tutto con delle scarpette bianche con una bella farfalla in seta turchese sull’esile tacco.
Diamo la parola all’affascinante conte Pierre Lavois
1)Pierre, non temete che l’enorme quantità di cioccolato e biscotti che consumate a corte possano essere deleterie per la vostra linea e il vostro fascino?

Che volete farci, a corte tutti adorano abbuffarsi di dolciumi per ammazzare il tempo e sparlare in compagnia. La mia linea riesco a mantenerla grazie alle lunghe cavalcate che mi concedo ogni mattina quando posso respirare aria pulita e lasciarmi alle spalle tutte le futilità di corte.
2)È evidente nella narrazione la vostra insofferenza verso i costumi di corte. Se per assurdo voi dovreste prendere il posto di Luigi XV quali cambiamenti apportereste?
Questa è una domanda pericolosa, lo sapete vero? Mi limiterò a dirvi che per prima cosa bandirei quelle stupide parrucche piene di boccoli e maleodoranti, oltre che piene di cipria. Non mi dilungherò nell’elencare le sciocche abitudini dovute all’etichetta di corte, non basterebbe un giorno intero!
3) Voi provenite da una delle più belle regioni di Francia, la Provenza. Che cosa vi manca della vostra terra?
Il sole, la campagna verde, i filari delle vigne e il mare.
4) Infine, essendo un produttore di vini, permettetevi una provocazione, preferite un flute di champagne o un buon rosso del Chianti?
Ovviamente un ottimo Champagne, ma anche un bel bianco francese o un forte Porto.
Intervista a Diane Du Motier e Charles Martinez interpreti di Il bandito misterioso
La marchesina Du Motier, invitata nel castello di Chambord insieme al cugino, conosce un misterioso bandito, El Negro, che agisce contro gli sgherri dei nobili che danno fuoco alle case dei fittavoli morosi. A corte conoscerà lo scontroso conte Martinez che le ricorda il misterioso bandito, ma lui farà di tutto per allontanarla…
1)Cara marchesa Diane, la vostra entrata iniziale nella narrazione mi ha ricordato Natascia Rostova di Guerra e pace, la quale tende a fare prevalere il suo spirito romantico sulla coerenza dei sentimenti. Pensate che la coerenza possa essere un valore universalmente valido anche in materia di sentimenti?
Si lo ammetto la mia più che coerenza è testardaggine, o almeno così la definiscono i miei parenti. Sono una romanticona, una che sogna in ogni momento del giorno e che si innamora subito di un uomo che indossa una maschera… potrebbe essere anche un furfante, ma io, come mio solito, vedo solo il lato dolce del bandito rude. Credo che sia importane la coerenza purché non si trasformi in ottusità!
2)Voi mostrate una grande sensibilità nei confronti della condizione dei poveri, che subivano angherie dai proprietari delle loro terre. Pensate che il vostro atteggiamento sia condiviso da altri nobili?
Oddio, no, assolutamente no! In pochi la pensano come me, altrimenti non ci sarebbero tante famiglie contadine a soffrire la fame e a sopportare le angherie dei propri padroni. Forse sono io a sbagliare, ma  preferisco apparire come una pazza che piegarmi a questa disumana usanza.
3)Voi mostrate anche avversione per chi ritiene l’apparenza più importante dell’essenza. Una maggiore responsabilizzazione degli stessi avrebbe potuto salvare qualche testa nel futuro?
Mia cara questa è una storia lunga, non è stato solo il popolo a volere la rivoluzione, basta guardarne i risultati…
Conte Charles Martinez, benvenuto nel mio blog
1)Il vostro modello ideale è Zorro, la Primula Rossa o Robin Hood?

Non ho un ideale vero e proprio anche se fisicamente mi sento molto Zorro, ma non mi sono mai posto il problema. L’importante è riuscire ad aiutare le persone sottomesse a vivere con dignità la loro umile vita da contadini.
2)Come conciliate la vita lussuosa che conducete con la vostra attività segreta di difensore dei poveri dai soprusi della nobiltà?
Fingendo e credo di riuscirci a meraviglia. Mentre parlo con i nobili cerco di essere così vanitoso e superficiale che quasi stento a credere di essere io quello che sta parlando. E più sono antipatico e più mi rispettano. Che sciocchi.
3)Caro conte, i vostri tentennamenti nei confronti della marchesa Diane, piuttosto snervanti, hanno fatto sorgere il dubbio che foste tanto eroico nelle azioni quanto codardo nei sentimenti. Che cosa dite a vostra discolpa?
I sentimenti agli uomini fanno più paura di una battaglia da combattere. E Diane mi ha subito rubato il cuore.
4)Vi do infine la possibilità di viaggiare nel tempo, ditemi la data preferita e la motivazione della scelta.
Assolutamente il mio tempo, non voglio andar in giro senza prima aver salvato la mia gente.
Grazie a Samant
a per il tempo che mi ha dedicato per realizzare l'intervista magari "fuori le righe" ma di certo dentro ai libri!

PER LEGGERLA IN ORIGINALE:
http://silylu.splinder.com/post/24410040/silylu-presentasamanta-catastini

lunedì 4 aprile 2011

PROFUMO DI LAVANDA Ed. lulu.com

Diana ed Ettore sono sposati da qualche anno e lavorano entrambi nella caotica città di Firenze. Le ristrettezze economiche e la vita stressante che conducono non permettono loro di fare viaggi e di concedersi un moomento di pausa perchè a fine mese incombe sempre il mutuo da pagare. Ma Diana ha un sogno che coltiva sin dalla sua più tenera età: andare a vivere in Provenza. Suo marito le darà della pazza e le remerà contro. Ormai rassegnata a quell’esistenza monotona non trova le parole quando è proprio Ettore a rivelarle di aver contattato un’agenzia immobiliare per acquistare una piccola villetta in Francia. La sua felicità non ha limiti e crede di sognare ad occhi aperti. Perchè un improvviso cambio di rotta del marito? Perchè tanta fretta di lasciare l’Italia?

PER ACQUISTARLO O SCARICARLO:

http://www.lulu.com/product/a-copertina-morbida/profumo-di-lavanda/12664702 

COMMENTI DEI LETTORI:

Arrivato, iniziato e finito. Quest'ultima fatica di Samanta si discosta dai suoi romanzi precedenti, da me letti, sia come ambientazione che come trama, non più il '700 francese ma i tempi nostri e non più una coppia che si incontra per poi scoprire l'amore ma due giovani sposi. Due giovani sposati ormai da un pò di tempo, quel tempo che occorre per essere travolti dai crucci quotidiani tanto d'aver perso molto della loro comunione precedente, poi un grosso problema: una malattia grave! Ma i nostri sapranno affrontarla con uno spirito ed un coraggio che li porterà a ritrovarsi più uniti che mai ad affrontare il futuro. C'è anche una fatina travestita da tedesco trapiantato che aiuterà i nostri giovani a godere di quello che hanno. Un libro che nella sua dolcezza fa riflettere. (Tremalnaik anobii.com)

Da tempo non leggevo un romanzo così rosa, tenuissimo, pieno di buoni sentimenti e di scenari rilassanti. La Provenza dovrebbe acquistarne i diritti a fini pubblicitari. (Benedetta Colella anobii.com)

Bellissimo!
Ho notato subito una crescita e maturità di stile non indifferente, brava Sami!!
Rapita dal profumo della lavanda ho letto questo romanzo tutto d'un fiato, perdendomi nei vicoli di questo caratteristico paesino della Provenza.
Una romantica storia d'amore e di sogni da realizzare scritta molto bene e con un buon ritmo. (Tabatha anobii.com)

Un racconto che per certi versi mi ha ricordato "Il delfino" di S.Bambarèn, ti spinge a credere ai tuoi sogni, ma soprattutto a cercare di realizzarli, altrimenti arriveremo alla fine dei ns giorni con cassetti pieni di desideri e la ns vita piena di rimpianti. ( Madrenatura anobii.com)

Del libro mi sono piaciute alcune caratteristiche della protagonista:
• l’ atteggiamento positivo e l’animo forte e fiducioso con cui affronta le situazioni difficili;
• la capacità di credere nelle proprie passioni, senza scoraggiarsi, anche quando sembra che siano di lontana realizzazione;
• la prontezza e l’ entusiasmo con cui le attua, quando inaspettatamente tutto si sblocca. (katerina anobii.com)

Un romanzo leggero, intenso, un libro che ti fa capire l'importanza di assaporare tutti i giorni come se fosse l'ultimo e di cercare di non perdere opportunità o offerte che posso arrivarti da ogni posto :) (Ary89-romance e non solo-anobii.com)

Praticamente divorato, letto tutto d'un fiato per non distrarmi e perdere le emozioni che regala.
Forse per alcuni può sembrare una storia scontata, come tante altre, ma si capisce fin dalla prima citazione dell'autrice, “Prendi la direzione opposta all’abitudine e quasi sempre farai bene”.J.Jacques Rousseau, il significato profondo del libro. Fin troppe volte siamo fermati dai nostri timori, paure e non ci godiamo la vita come si dovrebbe. E' un romanzo breve che ci invita a riflettere su come stiamo vivendo.. appieno o rinunciando a tutto, perdendo il significato della vita stessa.
Mi sono lasciata conivolgere dalle descrizioni dell'autrice e mi sono immaginata i luoghi del racconto, tanto che poi sono andata a cercarli su internet.. devo dire che non sono rimasta affatto delusa.. era riuscita a farmeli immaginare come sono realmente, complimenti.  (Daniela Biasin anobii.com)

Una lettura piacevole e serena per rilassarsi un paio d'ore con una storia romantica, piena di fiducia nelle proprie qualità, negli altri e nella vita, che infonde ottimismo. Quando ho chiuso il libro mi sono sentita veramente più felice! E' bello quando un libro lascia qualcosa. (Elisabetta Modena- anobii.com)

Quando ho iniziato a sfogliare il libro dalle pagine si è sprigionato un delicato profumo di lavanda e il viaggio è iniziato...la trama è coinvolgente,con temi e problematiche attuali,la copertina perfetta,un romanzo che consiglio di leggere,complimenti a Samanta che ha saputo raccontare con grazie,delicatezza, una storia d'amore,la vita di coppia con i suoi problemi,speranze e sogni. (Maharet- anobii.com)

Questo libro non é un romanzo ma un racconto lungo (come lo definisce la stessa autrice). Proprio per questa sua forma é veloce da leggere, semplice e non richiede molto impegno anche se tratta un argomento non facile (non vi svelo altro per non rovinarvi la lettura).
La storia é ambientata ai giorni nostri, tra Firenze e la Provenza e vede protagonisti Ettore e Diana, la tipica coppia alle prese con i problemi tipici: un mutuo da pagare, tre gatti, un lavoro duro, i soldi che scarseggiano, un rapporto da far funzionare, i propri sogni da realizzare e gli eventi inaspettati. Proprio per queste problematiche é una storia molto attuale.
Le vicende sono narrate in prima persona, dalla stessa Diana ed é una cosa che apprezzo molto perché ti rende ancora più partecipe degli stati d'animo e le sensazioni provate dai personaggi.
L'unica cosa che mi ha lasciato un pò perplessa é il fatto che il segreto di Ettore s'intuisca subito. Per la sua immediatezza e linearità mi ricorda molto le storie che di solito leggo su riviste come Confidenze o Intimità.
Realistiche e dettagliate le descrizioni dei luoghi (ma senza essere eccessive) e delle sensazioni che animano Diana.
Trovo sia un racconto delicato, dolce e che invita a non perdere mai la speranza.
Si legge davvero tutto d'un fiato. (Lady Aileen anobii.om)
“Profumo di lavanda” è un bel romanzo che ho letto tutto d’un fiato.
Diana ha un sogno, vendere la casa, lasciare Firenze e andare a vivere con il marito e i tre gatti in Provenza, nella villetta che ha visto su un giornale.
Ma Ettore non è d’accordo, cambiare vita non è facile, avere un lavoro fisso e uno stipendio è una sicurezza irrinunciabile. Eppure è lo stesso Ettore che contatta un’agenzia immobiliare per acquistare la villetta dei sogni di Diana e trovare un nuovo lavoro…a parte i motivi che lo hanno spinto a cambiar vita, il messaggio mi è piaciuto: la vita è una sola e bisogna viverla fino in fondo (ci vuole solo coraggio).
Mi è piaciuta la trama perché è una storia molto attuale (molte coppie sposate vivono in ristrettezze economiche e sognano una vita migliore) e ho apprezzato le descrizioni dei luoghi, da Firenze a Saint Paul de Vence (che non conoscevo e ho visto delle splendide foto su internet).
Consigliato. (Ivana Alessia anobii.com)

 

lunedì 28 marzo 2011

LETTERE TRA MARIA ANTONIETTA E IL BEL CONTE FERSEN

Con l'aiuto della mia collega scrittrice Barbara Risoli, http://risolibarbara.splinder.com/, ho iniziato un Arduo percorso: immaginare e scrivere le lettere d'amore tra Maria Antonietta e Axel Von Fersen. Io sospingo la piuma della regina e Barbara quella del conte. Cerchiamo di sognare le parole che i due possono essersi scambiati durante la loro triste storia. Nella realtà sono esistite delle missive, ma poi, tutte bruciate dai parenti di Fersen per evitarne la divulgazione. Naturalmente sia lui che lei non firmavano con i loro nomi di battesimo, ma ne sceglievano sempre di diversi. Vi regaliamo qualche attimo di sogno, cerchiamo di dare voce ad un sentimento che la loro infelice storia ha reso immortale!

PER LEGGERLE POTETE ANDARE SUL MIO BLOG:http://samilla.wordpress.com/
CLIKKATE SU MARIA ANTONIETTA, OPPURE SUL BLOG DI BARBARA: http://risolibarbara.splinder.com/

OGNI SETTIMANA DUE LETTERE INSERITE

domenica 20 marzo 2011

Articolo su IL TIRRENO per ITALIAN HORSE PROTECTION

La fattoria dove si salvano i cavalli
MONTAIONE. Samanta Catastini, traduttrice, critica, scrittrice di romanzi rosa, abitante a Torre di Fucecchio, ha deciso di donare 50 centesimi, per ogni copia venduta dei suoi libri, all’Ihp (Italian Horse Protection), con sede a Montaione, unica associazione, in Italia, a recuperare equini sottoposti a maltrattamenti e, per questo, sequestrati. Agisce in base a una legge. E’ la 184 del 2004. I cavalli attualmente in cura – fisica e psicologica – sono una settantina.

E’ una storia, quella di Ihp, che nasce da una morte. La racconto con l’aiuto di Samanta. Antonio Nardi-Dei Filicaja Dotti è un produttore di vino, in quel di Montaione. Fin da bambino sta vicino ai cavalli, che vuole mantenuti allo stato brado. Nel settembre 1999, si mette in cerca di alcuni cavalli da acquistare per tenere al pascolo nella sua proprietà. E scopre cosa c’è dietro al commercio, al trasporto e all’utilizzo di questi animali. Niente di buono. E, due anni dopo, un cacciatore gli uccide la cavalla Flaminia.
«Antonio – racconta Samanta – s’avvia sulla strada della conoscenza del rapporto, spesso malato, tra gli umani e gli animali. Ciò lo fa arrivare, attraverso il recupero di equidi e l’educazione degli uomini, alla creazione di Ihp con Sonny Richichi e Francesca Vaccari». E’ l’ottobre 2009. Antonio assume la carica di presidente. Sonny Richichi è il responsabile organizzativo. Nel suo carnet, una lunga militanza nella Lav (Lega anti vivisezione), di cui diventa presidente nazionale dal 2004 al 2006. Nel 2009 diventa direttore della Fondazione Flaminia da Filicaja, che lascia per portare avanti l’Ihp: «Sonny – rileva Samanta – ha lavorato per anni in banca, fino a diventare direttore di filiale». Poi ha deciso di cambiare vita, per trasformare in lavoro la sua passione per i cavalli.
Adolfo Sansolini è il responsabile delle relazioni internazionali. Già direttore e presidente nazionale della Lav, nel corso degli anni ha lavorato in Europa per le maggiori associazioni animaliste. «Nel 1993, collabora all’apertura dell’ufficio italiano dell’International Fund for Animal Welfare, insieme con l’ex commissario europeo Carlo Ripa di Meana». Poi lo troviamo coordinatore, per il Sud dell’Europa dell’European Coalition for Far Animals. Nel 2001 si trasferisce a Londra, dove dal 2004 al 2006 dirige la British Union for the Abolition of Vivisection e coordina la European Coalition to End Animal Experiments. Dal 2006 al 2009, è consigliere per le politiche commerciali di numerose organizzazioni, che rappresenta anche nell’Unione Europea e governi di diversi Paesi. Dal 2009 alle Nazioni Unite rappresenta la Wold Society for the Protection of Animals.
Sansolini fa anche il giornalista. Alla Radio Vaticana, dal 1996 al 2003, conduce il programma “Un habitat per tutti i viventi”. Scrive per giornali italiani, inglesi e spagnoli. Collabora con la Bbc. Irene Calvani è responsabile di adozioni e visite. E’ lei la responsabile delle adozioni a distanza e delle donazioni. La grafica e la comunicazione sono affidate a Eleonora Gioventù.
Perché Samanta Catastini ha scelto questa associazione? «Sono capitata per caso nella loro pagina, rimanendo sconvolta dalle storie tristi di cavalli trasportati in container dal Sud America. Stipati, denutriti, maltrattati. Per finire nei macelli italiani. Mi ha affascinato l’impegno di queste persone. Mi ha aperto gli occhi su una realtà celata. Non si possono uccidere così i cavalli, siano essi puledri o anziani. Noi uomini gli dobbiamo molto. Fanno parte della nostra storia. Li troviamo in guerra, ma anche mezzo indispensabile per viaggiare e lavorare i campi».
Lei ama gli animali. E’ un amore forte, da risultare spesso – per sua ammissione – eccessivo. Per lei sentire il nitrito d’un cavallo è il massimo, non ha prezzo. Ne ha due, di cavalli: Wimpy e Major. Grazie a questa ultima cavalla, di 21 anni, tutto ha avuto inizio. Quando nel luglio scorso, Samanta è andata a Montaione, subito dopo l’arrivo di numerosi cavalli, frutto di un sequestro, è rimasta colpita dall’amore che viene messo nel trattarli, oltre al posto stupendo in cui sono fatti vivere, animato da non pochi volontari.
Samanta ha letto il brano, che fa bella mostra di sé nel sito di Ihp, e l’ha fatto suo: «Gli umani non imparano facilmente cos’è il rispetto della vita. Non considerano gli altri animali come compagni con cui convivere, ma come cose da utilizzare e buttare via subito dopo. Quasi mai il cavallo è considerato un amico, perché è sempre un ‘cavallo da’: da trotto, da galoppo, da salto a ostacoli, da dressage, da scuola d’equitazione, da carrozza, da circo… da macello. Ihp è nata per tentare di favorire un cambiamento e per scuotere le coscienze della gente».
I 50 centesimi si riferiscono a qualsiasi romanzo di Samanta Catastini acquistato o scaricato sul sito http://stores.lulu.com. Sono romanzi storici o contemporanei, con storie d’amore che non sempre finiscono bene. Finora, a dire il vero, Samanta ha versato a Ihp l’intero ricavato delle vendite dei suoi libri, perché ci tiene tanto e perché l’associazione – rileva – se lo merita. (26 OTTOBRE 2010)

FONTE “IL TIRRENO” per leggere l’articolo clikkare qui sotto:
http://iltirreno.gelocal.it/livorno/dalgiornale/2010/10/26/news/la-fattoria-dove-si-salvano-i-cavalli-2604588

mercoledì 16 marzo 2011

ITALIAN HORSE PROTECTION

Sono orgogliosa di mettervi al corrente che qualsiasi mio romanzo acquisterete o scaricherete da LULU.com 50 centesimi della spesa totale andranno in beneficienza all’associazione IHP.

ITALIAN HORSE PROTECTION: associazione italiana che si occupa della salvezza e della protezione di qualsiasi cavallo maltrattato. Per me è un onore poter dare una piccola mano a queste persone che ogni giorno si battono tenacemente per salvare gli equini dai sopprusi dell’uomo, o semplicemnte dalla triste condanna al macello…
Dalla loro parte
“Gli umani non imparano facilmente cos’è il rispetto della vita. Non considerano gli altri animali come compagni con cui convivere, ma come cose da utilizzare e buttare via subito dopo. Il cavallo è la specie che più di tutte subisce questa cultura, che ha poco di naturale e molto di antropocentrico. Quasi mai il cavallo è considerato un amico, perché è sempre un “cavallo da”: da trotto, da galoppo, da salto a ostacoli, da dressage, da scuola di equitazione, da carrozza, da circo…da macello: anche la stessa terminologia sottolinea che, nella considerazione media, non esiste come individuo, ma solo in base alla sua utilità. Non ha diritti. IHP è nata per tentare di favorire un cambiamento e per scuotere le coscienze della gente: è il nostro solenne impegno per gli equini, che con la loro delicatezza, la loro profondità e la loro fierezza ci hanno fatto diventare persone migliori. “
VI RINGRAZIO IN ANTICIPO PER IL VOSTRO CONTRIBUTO…CON UN SENTITO NITRITO DI GIOIA!

IL WEB DELL'ASSOCIAZIONE:

http://www.horseprotection.it/

 

martedì 8 marzo 2011

MIEI RACCONTI SUL SETTIMANALE "CONFESSIONI DONNA"

N. 9 "IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA"
N. 11 "FORTUNATA PAZZIA" e "HO TROVATO UN TESORO"
N. 14 "UN DOLOROSO SALTO DI QUALITA'"
N. 15 "OLTRE LE APPARENZE"
N. 16 "FIORI DA UNO SCONOSCIUTO"
N. 4 Confessioni Donna Oro (MENSILE) "INCONTRO FORTUNATO"
N. 19 "INGUARIBILE SOGNATRICE"
N. 23 "L'AMICO DI UN TEMPO"
N. 5 Confessioni Donna Oro (mensile) "SUSSURRAVA AI CAVALLI"
N. 24 "UN SOGNO DA INSEGUIRE"
N. 25 "UN GATTINO TUTTO DA AMARE"

domenica 27 febbraio 2011

UNA SARTA A CORTE ed.Lulu.com






ROMANZO ROSA STORICO AMBIENTATO A VERSAILLES NEL 1749, Amèlie è una delle sarte più famose di Parigi. Seria e posata, trascorre il suo tempo nel disegnare cartamodelli per le più ricche nobildonne della città, assidue frequentatrici di Versailles.Una sera si lascia coinvolgere dalla sua collega Annie e, mascherate, si dirigono ad un ballo all`Opera. Qui conosce l`attraente conte Pierre Lavois ma, per paura di essere riconosciuta da una sua abituale cliente, scappa dalla sala prima della fine della festa. Convocata a corte dal re Luigi XV, non pensa affatto di imbattersi nel bel conte...E quando Madame de Pompadour, la famosa favorita del sovrano, le chiede di stabilirsi a Versailles la vicinanza tra i due apre nuove prospettive.....
curiosità: ACQUISTANDO O SCARICANDO QUESTO LIBRO DONERETE 50 CENTESIMI ALL'ASSOCIAZIONE IHP PER LA TUTELA E LA SALVEZZA DI TUTTI GLI EQUINI MMALTRATTATI http://www.horseprotection.it/


 COMMENTI:
Una lettura semplice e simpatica, con la quale si trascorrono due ore piacevoli. Il finale la fa sembrare più una storia dei giorni nostri invece che al tempo di Luigi XV... Pippicalzelunghe (anobii.com)

Brava Samy, continui a migliorare. Una bella storia, con personaggi coerenti e una trama semplice ma accattivante. Forse perchè la favola di Cenerentola affascina sempre. Io forse avrei apprezzato ancora di più senza il colpo di scena, ma comunque è stata un'idea carna... forse da esplodere di più... Liberals75 (anobii.com)

Romanzo rosa a sfondo storico.
Parigi, Versailles, 1749 : a cosa pensare se non a una storia d'amore?
Sono cresciuta guardando Lady Oscar.
Libretto carino, per passare due ore tra abiti voluminosi e piume tra i capelli. Chià (anobii.com)

Tranquillo e rilassante rosa ambientato alla corte di Versailles nel 1749: Amèlie è una sarta parigina che per la sua bravura è conosciuta e ricercata dalla corte nobiliare, e una sera decide di fare una pazzia: partecipa ad un ballo all’Opera mascherando le proprie origini non nobili vestendosi con un abito della sartoria. Conosce così l'affascinante conte Pierre Lavois, consigliere di moda del re Luigi XV, noto libertino con il sogno di ridare splendore alla proprietà terriera di famiglia in Provenza. E Amèlie lo rivedrà quando diventerà la sarta personale della preferita del re, madame De Pompadour.
La scrittura è semplice e lineare, poco approfondita, e ciò forse dipende dall'utilizzo dei verbi al presente che veste la storia con un taglio troppo teatrale e un pò freddo.
Il finale mi è sembrato un pò troppo veloce e poco reale rispetto al periodo storico narrato.
Però nel complesso rimane un libro godibile da leggere, per una serata di relax romantico. Ladygiovesi (anobii.com)

Delicato, dolce, profondo....bellissimo!!
Ben fatta la caratterizzazione dei personaggi, niente è lasciato al caso,la storia non è per niente scontata ed è arricchita da un inaspettato colpo di scena finale.
Bella la figura di Madame De Pompadour, la vera protagonista secondo me:La favorita del re occupa un posto di presigio a corte ma il pregio che la distingue è la grande nobiltà d'animo per niente influenzata dai pegiudizi dell'alta società. Arimi (anobii.com)

Mi piacciono molto libri come questo con storie divertenti e che ti fanno un pò sognare. La prosa è leggera e scorre via veloce senza strappi, l'editing abbastanza accurato. Samanta continua a farci sognare!  Tremalnaik (anobii.com)

Come per l'altro libro di Samanta, questa lettura leggera si è rivelata piacevole seppur senza colpi di scena eclatanti. La figura di Madame de Pompadour mi incuriosisce sempre di più e sento il bisogno di andarmi a documentare inoltre mi è piaciuta questa eroina semplice che si presenta nello sfarzo di Versailles con i capelli sciolti e senza panier. Anci (anobii.com)

Come "un ospite a Versailles" mi ha subito catturata mi sembrava di essere li accanto alla protagonista e di provare le sue stesse emozioni.
Una bella storia d'amore addornata da una cornice romantica come lo è Parigi e la famosa reggia.
Consiglio questo libro a chi voglia viaggiare tra dame, amori e sfarzi di un'altra epoca. Anna C. (anobii.com)

Romanzo molto piacevole, come lo è stato "Un ospite a Versailles".
Libro che ho letto tranquillamente in una serata perchè l'ho trovato coinvolgente sia per la storia sia per la descrizione dei luoghi.
Versailles ritengo che sia un posto stupendo e merita di essere visitata.  Daniela B. (anobii.com)



PER ACQUISTARLO O SCARICARLO A POCHI EURO:

http://www.lulu.com/product/a-copertina-morbida/una-sarta-a-corte/12665910 






 

mercoledì 23 febbraio 2011

LA ESPADA MALDITA (romanzo sul web a quattro mani)





Con la scrittrice e amica Alessandra Paoloni ho iniiato un bel progetto, quello di un romanzo online a quattro mani. Lei è la voce narrante maschile, io quella femminile. I due protagonisti principali sono Amaranta Molina e Lorenzo Beltramelli. Lei, una strega spagnola vissuta nel diciassettesimo secolo, lui uno scrittore italiano dei nostri giorni. Toledo, la stupenda città in cui si svolge la storia. Genere narrativo: paranormal, ma anche rosa e un po' magico! Non voglio svelare altro, seguiteci:
http://laespadamaldita.blogspot.com/ 

TOLEDO:

 

giovedì 17 febbraio 2011

ROMANCE MAGAZINE...Finalmente!




Ecco finalmente una rivista tutta italiana che tratta il genere Romance. Direttore, il grande scrittore e sceneggiatore Franco Forte (http://www.franco-forte.it/home/) e vicedirettrice la altrettanto grande scrittrice di romance Mariangela Camocardi (http://www.mariangelacamocardi.net/) e come collaboratrici una larga cerchia  di famose autrici romance, blogger ed esperte del genere. Troverete interviste, racconti d’amore, rubriche interessanti (anche cucina in tono scherzoso), recensioni di romanzi di prossima uscita e anche l’angolo della posta di Mariangea Camocardi! Insomma una rivista unica nel suo genere e la sola che tratti eclusivamente il romance, la letteratura più venduta in assoluto. La rivista per i primi due numeri sarà possibile acquistarla su Delos Store http://www.delosstore.it/home/ ..

LA RIVISTA VERA’ PRESENTATA IN OCCASIONE DELL’EVENTO “LA VIE EN ROSE” A FIRENZE PRESSO LA SALA DELLE FESTE DELL’HOTEL BOSCOLO ASTORIA:

La Vie en Rose
terza edizione
Firenze 26 marzo 2011
(dalle ore 11:00 alle ore 17:30)
Il giorno 26 marzo 2011 a Firenze, nella Sala delle Feste dell’Astoria-Boscolo Hotel, via del Giglio 9, a pochi passi da Santa Maria Novella, alcune affermate autrici incontreranno le loro lettrici in occasione di quella che noi organizzatrici vediamo come festa della lettrice. Dalle ore 11.00 alle ore 17.30 coloro che interverranno alla manifestazione potranno ascoltare dalla viva voce delle scrittrici informazioni inedite e curiosità. Sarà con noi
Sveva Casati Modignani

e altre tra le autrici italiane più apprezzate:
Ornella Albanese
Mariangela Camocardi
Roberta Ciuffi
Miriam Formenti
Maria Masella
Theresa Melville
Paola Picasso
Sylvia Z. Summers
PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI ALL’EVENTO:
http://www.lavieenroseevento.it/index.htm

P.S : LA MIA RUBRICA ALL’INTERNO DELLA RIVISTA SI INTITOLA “LUOGHI DI STORIA” E NEL NUMERO ZERO TRATTA DELLE LOCATIONS DI “ORGOGLIO E PREGIUDIZIO”, INFATTI LO SCOPO E’ QUELLO DI ILLUSTRARE I LUOGHI IN CUI VENGONO AMBIENTATI I ROMANZI…(SAMANTA)

IL VIDEO RIASSUNTIVO DELLA SCORSA EDIZIONE A ROMA:

E’ GIA’ POSSIBILE ACQUISTARLA O ABBONARSI PER UN ANNO SU:

http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=38049 

Il romance è il genere letterario più venduto al mondo. Ha un numero sterminato di grandi autrici, capaci di scalare le vette dei bestseller e parla al cuore delle lettrici anche attraverso diversi sottogeneri molto popolari, come il paranormal (vampiri, streghe, angeli e fantasmi), lo storico, il regency, lo young adult…
In Italia il romance è tra i generi letterari più seguiti, ma mancava qualcosa, per le moltissime appassionate che lo seguono in libreria, in edicola o al cinema.
Mancava un punto di riferimento capace di aggregare l’interesse delle appassionate di romance.
Mancava una rivista che pubblicasse articoli, recensioni, interviste, dedicate a questo mondo, ma anche suggerimenti sulle tecniche di scrittura, curiosità, news, report dai principali congressi mondiali, e i racconti inediti delle migliori autrici moderne di romance.
Ora questa rivista c’è. E’ la Romance Magazine.
E nessuna appassionata di storie d’amore potrà perdersela…
Romance Magazine n. 0
In questo numero d’esordio della Romance Magazine potrete leggere:
- ROMANCE NEWS: tutte le ultime uscite sul mondo romance da non perdere
- REPORTAGE: la Romantic Time Booklovers Convention di Los Angeles
- DAL LIBRO AL FILM: i migliori romanzi romantici che diventano film
- SIMPLY ROMANCE: tutte lo novità da oltreoceano
- IL CINEMA IN ROSA: i film d’amore da non perdere
-I NOSTRI SPECIALI: festeggiamo i trent’anni di Harlequin Mondadori
- DOSSIER: le origini del romance
- IN COPERTINA: intervista alla scrittrice Mary Balogh
- LA POLEMICA: romance? Sì, grazie
- UN Tè CON…: Ornella Albanese
- L’APPROFONDIMENTO: il lato divertente dello Urban Fantasy
- L’INTERVISTA: Franco Forte
- IL LIBRO DI CUI SI PARLA: Amori sull’Ali dorate, l’antologia rinascimentale di Mondadori
- LETTI CON AMORE: recensioni di romanzi in pillole
- PROTAGONISTI: Roberta Ciuffi
- CONSIGLI DI SCRITTURA: i segreti di Theresa Melville
- UNA GIORNATA PARTICOLARE: storie di donne dal passato
- INGRANAGGI E PASSAGGI: lo spazio dedicato alle autrici esordienti
- IN TUTTE LE SALSE: dal libro alla tavola
- I TEST DI ROMANCE MAGAZINE: che donna – e che lettrice – sei?
- LUOGHI DI STORIA: viaggio nei luoghi descritti da Jane Austen
- PARANORMAL ROMANCE: il gusto paranormale del romance
- IL BELLO DELLE DONNE: Mariangela Camocardi risponde alle lettere delle lettrici
   

giovedì 10 febbraio 2011

L'UOMO DI UNA SERA

TRAMA:



VENEZIA-FIRENZE 1755 CASSANDRA RENIER E' UNA RAGAZZA DELL'ALTA SOCIETA' VENEZIANA, APPENA RIMASTA ORFANA DI PADRE. LA MATRIGNA, DONNA BELLA E SENZA SCRUPOLI, LA TRASFORMA IN SUA CAMERIERA PERSONALE. LA NOTTE DI CARNEVALE, QUANDO ORMAI PENSA DI NON AVERE PIU' NIENTE DA PERDERE SI CONCEDE UNA FUGA PER PRENDERE PARTE AL BALLO DEL DOGE. INCONTRERA' UN CAVALIERE, NOTO LIBERTINO DELL'EPOCA, CHE NON SOLO L'AIUTERA' AD ENTRARE NEL PALAZZO, MA LE RESTITUERA' UNA SUA PROPRIETA' NEI PRESSI DI FIRENZE. DA QUESTO MOMENTO INIZIERA' LA SUA AVVENTURA E GRAZIE AD UN'ENTITA' SOVRANNATURALE, CHE SARA' LA SUA FIDATA GUIDA, RIUSCIRA' A PRODURRE DELL'OTTIMO VINO E A RISOLVERE MOLTI ENIGMI... -------------------------------------------------- ACQUISTANDO O SCARICANDO QUESTO ROMANZO DONERETE 50 CENTESIMI ALL'ASSOCIAZIONE IHP PER LA SALVEZZA E LA CURA DI TUTTI GLI EQUINI MALTRATTATI www.horseprotection.it GRAZIE!

RECENSIONE :

Samanta Catastini, giovane e valente scrittrice dotata di una fresca e fertile creatività, nelle sue numerose opere svela con tratto lieve il suo animo romantico e, nel contempo, avventuroso; negli ultimi mesi del 2010 ci ha regalato un romanzo davvero coinvolgente che senz'altro può rendere frizzante e ancor più dolce una serata speciale, come quella prossima di San Valentino, festa degli Innamorati. La narrazione, snella ma intrigante e  in taluni punti “misteriosa”, avvolgerà lettrici e lettori trasportandoli in un'atmosfera incantata. È tra due splendide città italiane, Venezia e Firenze, che si snoda infatti la storia della giovine nobildonna Cassandra Renier.
Siamo alla metà del '700 e la giovinetta rimane orfana di padre. Per sfuggire alle angherie di una matrigna senza scrupoli, decide di fuggire e, come una novella Cenerentola, si reca al ballo del Doge dove incontrerà un cavaliere che muterà il suo destino...
Il romanzo, da questo punto in poi, sarà per ciascun lettore una scoperta continua: dall'identità del cavaliere, noto libertino appartenente alla storia veneziana del '700, al Conte Artioli con il quale si troverà a dover dividere un'antica proprietà di famiglia in terra toscana, alla presenza arcana che diverrà, per la giovinetta, guida e consigliera, ai segreti della lavorazione vinicola che Cassandra apprenderà con passione, sino a riportare la produzione agli antichi splendori...
E l'Amore?, vi chiederete. Non sarà certo il cavaliere, quell' “uomo di una sera” che pur ha avuto per lei attenzioni e riguardi notevoli... Sarà forse quel compagno scontroso e rustico che dall'inizio Cassandra ha dovuto, per problemi di battaglie e casati, “sopportare”? Leggete il romanzo d'un fiato e lo saprete.  Giungerà alla fine: sconvolgente, dolcissimo, fiorirà anche  per lei quel sentimento unico, prezioso, che da sempre il suo cuore attendeva!


Vicenza, 8 febbraio 2011



Un nuovo romanzo di Samanta Catastini. Uno storico sentimentale arricchito però da un velo di mistero e da una presenza sovrannaturale.
La voce narrante è quella della dolce protagonista Cassandra Renier. La ragazza è figlia di un nobile veneziano che è recentemente venuto a mancare. Suo padre è sempre stato apparentemente un ottimo genitore, attento e premuroso. Alla morte di costui alla ragazza spetta solo il ruolo di serva personale, della sua giovane matrigna, proprio nella sua stessa dimora. Ricorda un po’ Cenerentola e come lei la ragazza, una sera, deciderà di partecipare ad un ballo. Infatti parteciperà al ballo in maschera del Doge.
In quella occasione incontrerà un uomo misterioso. Da quell’incontro la sua vita ritornerà a fiorire lontana da Venezia.  E con la svolta ci sarà l’incontro con il conte Artioli, uomo bello e dal carattere difficile con cui dividerà la sua nuova dimora, la sua nuova attività e forse anche dell’altro.  
Con l’aiuto di un’alleata d’eccezione, porterà alla luce alcuni misteri che ruotano attorno alla sua famiglia. Chi si nascondeva dietro alla maschera da padre devoto che indossava il conte Renier?
Una scrittura scorrevole e una trama lineare nonostante fitta di ombre da svelare. Una storia di amicizia, amore, passione e  affetto familiare, in un’atmosfera d’altri tempi.
(IRENE PECIKAR)
Come in altri romanzi di Samanta Catastini anche in questo suo nuovo historical romance, ambientato nel ‘700 tra Venezia e le campagne attorno a Firenze, la protagonista è divisa tra due uomini molto diversi tra loro: Cassandra Renier, figlia di un nobile veneziano al suo secondo matrimonio e purtroppo con il vizio del gioco, ha perduto tutto, dalle ricchezze alla sua verginità, ma l’uomo, a cui la dona durante una notte di Carnevale, pensando di non avere più ormai un futuro, le darà in cambio una proprietà in Toscana e la possibilità di ricominciare una nuova vita… Qual è però l’uomo giusto per Cassandra? Giacomo Casanova (l’uomo di una notte che dà il titolo al libro), affascinante, libertino, ma anche generoso e capace di capire l’animo femminile oppure il conte Riccardo Artioli, esperto nella coltivazione vinicola, uomo concreto, apparentemente sprezzante, ma in realtà d’animo profondo e sensibile?
A Cassandra la difficile scelta… che non farà tuttavia da sola, ma col sostegno e i consigli di un fantasma un po’ particolare: sua zia Ginevra, sorella del padre, morta ancora abbastanza giovane e che vede proprio in Cassandra la persona capace di ridare dignità e futuro ad un’antica famiglia nobile veneziana… 
(CRISTINA CONTILLI)
PER ACQUISTARLO O SCARICARLO A POCHI EURO: